REDDITO DI CITTADINANZA

Reddito di cittadinanza  (clicca per scaricare il volantino )

Il Reddito di cittadinanza (Rdc) è una forma di sostegno per le famiglie in difficoltà composta da due parti. Una prettamente economica, che prevede un reddito minimo garantito e un contributo per l’affitto. A questa si aggiunge un progetto di accompagnamento al reinserimento sociale e lavorativo. Il Reddito di cittadinanza dura 18 mesi, e può essere rinnovato per altri 18 dopo un mese dalla scadenza del primo. Per chi ha più di 67 anni, è prevista la Pensione di cittadinanza.

COS’E’ IL REDDITO DI CITTADINANZA

Il Reddito di cittadinanza è una forma di sostegno economico e sociale rivolto alle famiglie in difficoltà. E’ fatto di due parti. Una economica, che ha lo scopo di garantire un reddito minimo e di contribuire alle spese di affitto. E l’altra di reinserimento sociale e lavorativo, che si concretizza nel Patto per il lavoro e nel Patto per l’inclusione sociale. Dura 18 mesi, e può essere rinnovato per altri 18 dopo un mese dalla scadenza del primo.

RDC: I REQUISITI PER OTTENERLO

Oltre ad essere maggiorenni, per ottenere il reddito di cittadinanza bisogna rispettare altri requisiti. Alcuni sono di carattere economico e riguardano il reddito e il patrimonio della famiglia. Altri sono requisiti di residenza, e riguardano il richiedente.

REQUISITI DI REDDITO E PATRIMONIO

Per ottenere il Reddito di cittadinanza bisogna rispettare i seguenti requisiti di reddito e patrimonio familiari:

  • indicatore Isee non superiore a 9.360 euro;
  • patrimonio immobiliare (come definito ai fini Isee) diverso dalla prima casa non superiore a 30 mila euro;
  • patrimonio finanziario non superiore ai 6 mila euro (per un single);
  • reddito familiare inferiore ai 6 mila euro annui.

Per quanto riguarda il reddito familiare, la soglia di 6 mila euro riguarda una famiglia con un solo componente. Per famiglie di dimensioni diverse, le soglie appena indicate vanno moltiplicate per i coefficienti di equivalenzastabiliti dal decreto. Per la pensione di anzianità la soglia sale a 7.560 euro. E per le famiglie che devono pagare l’affitto sale a 9.360 euro.

Per quanto riguarda la soglia massima del patrimonio finanziario, questa viene aumentata di 2 mila euro per ogni componente successivo al primo, fino a un massimo di 10 mila euro. E di mille euro per ogni figlio successivo al secondo. E di 5mila euro per ogni componente con disabilità.

BENI DUREVOLI (AUTO, MOTO, BARCHE)

Ci sono requisiti anche per quanto riguarda il godimento di beni durevolicome auto, moto e barche. Nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualunque titolo o avere piena disponibilità di:

  • autoveicoli immatricolati per la prima volta nei sei mesi precedenti la richiesta;
  • se la cilindrata delle auto supera i 1600 cavalli e quella delle moto i 250, il vincolo temporale sale a due anni;
  • imbarcazioni da diporto.

Dal vincolo sono escluse le auto e le moto acquistati in favore delle persone con disabilità, e cioè per cui è prevista l’agevolazione fiscale a tale scopo.

I REQUISITI DI RESIDENZA

I requisiti di residenza riguardano invece il richiedente, e cioè chi fa la domanda:

  • essere cittadino italiano o di un Paese dell’Unione europea;
  • stranieri con permesso di soggiorno a tempo indeterminato;
  • stranieri con diritto di soggiorno familiari di un cittadino italiano o dell’Unione europea;
  • e risiedere in Italia da almeno 10 anni, e gli ultimi due in maniera continuativa.

CHI NON HA DIRITTO AL REDDITO DI CITTADINANZA

Non hanno diritto al Reddito di cittadinanza i detenuti, per tutta la durata della pena. E chi è ricoverato in lunga degenza o in strutture residenziali a carico dello Stato o di altre amministrazioni pubbliche. Non ne hanno diritto anche i nuclei familiari con un disoccupato per dimissioni volontarie, fatta eccezione per quelle avvenute per giusta causa.

IMPORTO DEL REDDITO DI CITTADINANZA

L’importo del Reddito di cittadinanza dipende dalle dimensioni e dalla composizione della famiglia. Le entità dei contributi che leggerete qui sotto si riferisco a una famiglia composta da un solo individuo. Per le famiglie di dimensione maggiore tutto va moltiplicato per dei coefficienti di equivalenza stabiliti dal decreto.

Il sostegno economico è strutturato in questo modo:

  • il reddito minimo garantito è di 500 euro al mese: lo stato integrerà quanto manca;
  • un’integrazione delle spese di affitto fino a 280 euro al mese.

Il beneficio complessivo non potrà essere comunque inferiore a 480 euro l’anno.

Se la famiglia sta pagando un mutuo per l’abitazione in cui vive, il contributo può arrivare a un massimo di 150 euro al mese.

Il contributo massimo possibile è quindi di 780 euro mensili, ed è percepibile da chi non ha alcun reddito. L’esistenza di altri redditi, compresi alcuni contributi assistenziali pubblici, riduce l’ammontare del Reddito di cittadinanza.

I 780 euro mensili sono anche la soglia di povertà definita da Eurostat.A chi verrà ammesso al Reddito di cittadinanza saranno riconosciute anche le agevolazioni per le famiglie in difficoltà sulla fornitura di energia elettrica e gas.

 

WWW.CAAFCGIL.COM/PRENOTAZIONIONI      – per le prenotazioni on line

 

 

 

Commenti chiusi