FEDERCONSUMATORI

 

SEDE DI ALESSANDRIA Via Faà di Bruno, 37 – Alessandria – T.0131.325150-308206/ fax 308271 alessandria@federconsumatoripiemonte.it

 

 Nota informativa sul servizio Sportello del Consumatore anno 2018 

Caratteristiche e modalità di erogazione del servizio di informazione ed assistenza e tutela del consumatore.

Lo Sportello del Consumatore è un servizio offerto dall’Associazione dei Consumatori tramite il proprio servizio legale. Si concretizza nelle attività di informazione, assistenza e tutela ed è finalizzato alla risoluzione stragiudiziale delle controversie (ossia nella risoluzione bonaria, senza “andare in causa”) che vedano coinvolto un consumatore (privato cittadino per cui si escludono le attività di ogni tipo) nei confronti di un’azienda, un professionista o un artigiano.

Presso lo Sportello (contattabile per telefono, mail o di persona) è possibile trovare risposte ad alcuni dubbi, assistenza nella compilazione di reclami, istanze, ricorsi e, se necessario, usufruire della tutela stragiudiziale, che si concretizza nell’apertura di una “pratica” gestita dai legali e dagli esperti dell’Associazione, finalizzata all’instaurazione del contraddittorio con la controparte (tramite l’invio di una lettera, ad esempio, di diffida, reclamo, conciliazione, ecc) e alla risoluzione bonaria della controversia.

Lo Sportello del Consumatore non offre l’attività di tutela legale in giudizio. Nel caso in cui il tentativo di risoluzione bonaria della controversia non abbia esito positivo (ad esempio per l’indisponibilità della controparte) e il consumatore intenda agire in giudizio (“fare causa”) per veder tutelati i propri diritti, dovrà rivolgersi ad un libero professionista da lui liberamente scelto.

Individuazione delle prestazioni rese gratuitamente anche ai non iscritti all’Associazione.

Il consumatore, rivolgendosi alla Sportello (telefonicamente o via mail), ha la possibilità di conoscere senza necessità di associarsi (e quindi gratuitamente), tramite una consulenza telefonica o via internet resa da un esperto:

  • quali sono i diritti che gli competono, ai sensi del Codice del consumo (decreto Legislativo 206/2005), rispetto ad una situazione di conflitto con imprese o professionisti o artigiani per arrivare a capire il fondamento o meno delle proprie ragioni;
  • quali sono le modalità per far valere i propri diritti;
  • quali sono i costi richiesti dall’Associazione per poter usufruire dell’ulteriore servizio di tutela stragiudiziale (“apertura pratica”) se richiesto.

La gratuità non può essere assicurata quando la controversia, per la mole della documentazione da consultare o per la singolarità del caso sottoposto, è di tale complessità che un esperto di normale diligenza non ha la possibilità di valutare con sufficiente attendibilità in un ragionevole lasso di tempo.

Nel caso in cui il consumatore, identificandosi all’operatore di Sportello, ritenga di non avere usufruito della gratuità delle informazioni cui ha diritto senza necessità di tesserarsi può rivolgersi alla Regione Piemonte – Settore Relazioni con il pubblico e tutela dei consumatori (n. tel. 011/4325065, n. fax 011/4323683, indirizzo e-mail: tutelati@regione.piemonte.it).

Indicazioni sui servizi di Sportello resi esclusivamente agli iscritti. Costi e durata dell’iscrizione. Servizi aggiuntivi ricompresi nella quota di iscrizione.

Il costo della quota d’iscrizione alla Federconsumatori Piemonte (ad eccezione di eventuali convenzioni) è di € 40,00. La durata dell’iscrizione è di 365 giorni dalla sottoscrizione. Non vi è alcun obbligo di rinnovo della stessa.

Costi di associazione:     tessera ordinaria                               €  40,00

tessera in convenzione con CGIL, SPI, SUNIA, AUSER €  20,00

Indicazione delle categorie di spesa per le quali il consumatore deve sostenere costi non coperti dalla quota associativa.

Per la gestione della pratica di tutela stragiudiziale verrà richiesta un’integrazione della quota di iscrizione a titolo di spese di segreteria pari alla somma di € 20,00 quale contributo per coprire i costi vivi, ad esempio spese postali, telefoniche, spese sede, cancelleria, ecc.

Nel caso in cui l’associato, entro la validità della propria tessera, abbia la necessità di richiedere all’Associazione l’apertura di ulteriori e diverse pratiche, dovrà versare unicamente la quota per le spese di segreteria di € 20,00 (€ 30,00 nel caso si tratti di ricorso presso il Co.Re.Com Piemonte) per ciascuna nuova pratica.

Doveri del consumatore – utente

 Il consumatore, dopo aver aperto una pratica con l’ufficio legale o con l’esperto, qualora non interpellato dall’Associazione, è tenuto a contattare la Federconsumatori Piemonte entro 40 giorni dall’apertura pratica per informarsi circa le eventuali novità.

Qualora il consumatore non dovesse mettersi in contatto con l’Associazione e la controparte non abbia inviato nessuna risposta, la pratica sarà archiviata previa comunicazione telefonica all’interessato da parte dell’Associazione

QUOTE ASSOCIATIVE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ATTENZIONE AI FALSI OPERATORI

Tutti i cittadini italiani possono presentarsi presso gli sportelli Federconsumatori per avere informazioni circa la loro tutela dei propri diritti

 

 

 

PERMANENZE TORTONA ANNO 2018

FEDERCONSUMATORI E SUNIA RICEVONO a Tortona 

IL PRIMO E TERZO GIOVEDI’ DEL MESEORE 9.30 – 12.00<
Il costo dell’iscrizione annua a Federconsumatori è di € 15 per iscritti CGIL – SPI – SUNIA – AUSER
Per i non iscritti € 30
in caso di attivazione pratica € 20 di spese di segreteria, € 30 per eventuali conciliazioni
il costo dell’iscrizione annua  al SUNIA è di € 70 per i privati e di € 36 per gli assegnatari Case Popolari
per gli Iscritti alla CGIL l’assistenza è gratuita salvo le spese di segreteria per l’ attivazione di una  pratica

Commenti chiusi