INCIDENTI SUL LAVORO : Camusso, la sicurezza prima di tutto

Incidenti lavoro: Cgil, vera emergenza nazionale, istituzioni facciano loro parte

Salgono a 154 i morti sul lavoro dall’inizio dell’anno e si conferma la preoccupante inversione di tendenza sul versante della sicurezza nei luoghi di lavoro, che si registra ormai da alcuni mesi. Una vera e propria emergenza nazionale. Per questo è arrivato il momento che tutti, a partire dalle istituzioni, facciano la loro parte”. Così in una nota la Cgil nazionale.

Infortuni: Cgil, Cisl, Uil, prossima settimana assemblee e 2 ore di sciopero

Pubblicato il 


351

COMUNICATO STAMPA UNITARIO CGIL, CISL, UIL

Roma, 17 maggio – Ancora un morto sul lavoro, ancora una vita spezzata che allunga quella che ormai va assumendo le dimensioni di una strage.

Le Istituzioni non possono assistere con indifferenza, l’intero Paese deve mobilitarsi, devono farlo tutti coloro che hanno responsabilità in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro.

Cgil, Cisl, Uil hanno elaborato una piattaforma unitaria per combattere gli infortuni, le malattie professionali e promuovere il diritto alla tutela della salute e sicurezza sul lavoro, sollecitando tutto il Paese dalle piazze del Primo Maggio a condividerne gli obiettivi.

Di fronte al ripetersi dei nuovi gravi infortuni mortali e non, non basta più la denuncia, ma occorre intensificare la mobilitazione nel Paese.

Cgil, Cisl, Uil lanciano una vasta campagna di assemblee in tutti i luoghi di lavoro, da realizzarsi a partire dalla prossima settimana, con l’obiettivo di definire piattaforme aziendali in materia di sicurezza, che le categorie potranno sostenere anche attraverso 2 ore di sciopero a partire dai settori più colpiti, come ulteriore forma di denuncia e di mobilitazione.

Commenti chiusi