REPORT ASSEMBLEA DELEGATE DONNE ROMA

Le donne cambiano

Assemblea delle delegate e delle dirigenti CGIL

Roma, 4 luglio 2013

RELAZIONE DELLA SEGRETARIA CONFEDERALE VERA LAMONICA (sarà inserito sul sito il testo integrale)

CASSAINTEGRATA NATUZZI

Espone i gravi problemi dell’azienda che rischia di chiudere e delle donne che hanno visto una stagione d’indipendenza economica e di maggiore autonomia e ora devono tornare a casa.

FILCAMS NAZIONALE

L’economia è ideologica e sessista: alle donne riproduzione domestica agli uomini la produzione . Il punto è l’organizzazione del lavoro nella produzione (oggetti, tempi e modalità) Tra donne e uomini la differenza è tra l’ESSERCI E IL FARE. Valorizzare il FARE non sta nel presidiare le stanze del potere. (un ‘immagine che rappresenta i ruoli delle donne  il PC sull’asse da stiro). Ci vuole la cooperazione e un’alleanza tra le donne

 

ASL 1 NAPOLI

Asili nido di Napoli la maggior parte delle insegnanti sono precarie

La medicina delle donne. Consultori da rilanciare

COORDINAMENTO DONNE SPI NAZIONALE

Chiede la realizzazione di luoghi autonomi per le donne della CGIL, al fine di avviare modalità di rapporto stabile con riferimenti certi ( modello SPI)

Centri antiviolenza il 5per mille. Una campagna nazionale coordinata contro la violenza alle donne. La memoria delle donne come progetto.

CALL CENTER DI CROTONE

Leggere la crisi in ciascun contesto, la crisi legata al territorio

SEGRETARIA CONFEDERALE EMILIA ROMAGNA

Politica europea e crisi. Carenze  nelle varie categorie sulla parità di genere (FILLEA) Studio IRES interazione delle donne con i luoghi del potere. (tutta la relazione on line)

 

SLC RAI (Anselmi)

Commissione pari opportunità non ha titolo in merito alla politica dell’immagine della donna trasmessa in rai. Opinioni autorevoli sono affidate al 90% agli uomini, alle donne le opinioni sul costo dei prodotti al mercato.

 

SEGRETARIA REGIONALE LOMBARDIA

Due temi: il territorio e la contrattazione: le donne fanno percorsi collettivi.

Momento del FARE dobbiamo sfidare.

Ogni 100 posti di lavoro femminile si creano 15 posti di lavoro nei servizi , quindi investire sul lavoro femminile è anticiclico. Contrattazione :  punti di welfare aggiuntivi e non sostitutivi , defiscalizzare gli interventi che aiutano le donne a rimanere nel mercato del lavoro.  No alle quote ma 50 e 50 anche in CGIL rappresentazione paritaria

 

FILCAMS UDINE

Le donne si raccontano nella contrattazione  individuale. Propongo 10 minuti in ogni assemblea  sui temi della parità di genere e della convivenza civile. CGIL si faccia promotrice di un protocollo di rete sulla violenza.

 

FILTEM SEGRETERIA NAZIONALE

Mantenere il lavoro e cambiare il lavoro il modello di riferimento è quello della parità di genere.5 percorsi : Formazione , campagna di discussione nei posti di lavoro e sui posti di lavoro( documento in linea)

 

RSU UNIVERSITA’ DI BARI

Sulla violenza non girare più la testa. Welfare all’italiana le donne fanno il lavoro dello stato.

Coordinamento delle insegnanti

 

COORDINAMENTO DONNE DEL LAZIO

 

FIOM POMIGLIANO

Il lavoro è fondamentale contro la violenza. Nessun piano nazionale  dei tagli ha tenuto conto del genere. La rappresentanza una vittoria.

 

DONNE IN MIGRAZIONE

Temi di genere e immigrazione

 

COMITATO DONNE AGRINDUSTRIA

Promuovere le capacità contrattuali in un’ottica di genere : Molte donne più vicine alla soglia di povertà . Importante la formazione.

 

CAMERA DEL LAVORO DI PADOVA

Il Veneto regione molto discriminante . Diminuisce la maternità . Molte donne dopo la maternità non rientrano al lavoro il 70 % delle donne sacrifica la propria vita personale (salute di genere). Necessario un patto intergenerazionale tra donne.

Propone un coordinamento tra istituzioni, CGIL, consultori comuni per la parità di genere e la lotta alla violenza.

FILCAMS GENOVA

 

FILCAMS CATANIA

Poter scegliere tra tempo pieno e tempo parziale

 

FUNZIONE PUBBLICA CALABRIA

 

NIDL NAZIONALE

Manca la libertà di vivere a più direzioni. Ambire a non voler rinunciare a niente. Il lavoro atipico è stato un inganno culturale si è pensato di poter fare quello per cui si è studiato e conciliare i tempi di lavoro e vita. Alla fine la realizzazione non c’era perché non c’erano i soldi e la libertà .

 

SEGRETERIA REGIONALE MARCHE

Sciopero di genere alla Indesit  1 ora gli uomini   e 1 ora le donne . Diseguaglianza di genere nelle grandi aziende dove si fa contrattazione – legge 125 . Rivedere l’organizzazione del lavoro  Parità salariale salari più bassi significa pensione più basse.   Problema della 194 tutti obiettori

 

COOP SERVIZI UMBRIA

La cooperazione è poco conosciuta e poco valutata. I problemi che viviamo sono più complessi dei lavoratori dipendenti . Tutto contradditorio abbiamo un contratto nazionale e un regolamento, siamo soci e dipendenti , abbattiamo il costo del lavoro , non abbiamo identità non abbiamo consapevolezza e quindi non abbiamo identità.

 

SARDEGNA (DI BIASI)

Grave problema maternità non si fanno più figli e spesso non ci si sposa la produzione non lo permette

 

SEGRETERIA REGIONALE PIEMONTE

 

FISAC NAZIONALE

Welfare aziendale da studiare . Esiste bisogna confrontarci

 

COORDINAMENTO DONNE LAZIO

Protocollo di intesa SILP Frosinone sulla violenza delle donne ( interessante)

 

COORDINAMENTO DONNE TOSCANA

Bisogna fare un percorso dentro e fuori la CGIL

Una rete che dobbiamo chiamare ALLEANZA all’interno e all’esterno della CGIL (proposta inserita sul sito )  Siamo soggetti e non soggetti deboli

 

FILCAMS TERAMO

 

CONCLUSIONI SUSANNA CAMUSSO

Democrazia senza libertà e consapevolezza non basta.

In questa assemblea nessuna logica di rimpianti. Le donne vogliono conoscere e confrontarsi con gli uomini ma non sottostare.

Il tema principale è il rapporto con il TEMPO. C’è la necessitò di far convivere tutte le progettualità  La Misurazione del tempo per le donne è diversa da quella maschile  c’ è la misura della relazione che viene prima del vantaggio o dello svantaggio

TEMPO relazione tra esserci e FARE  quanto tempo stai al lavoro quanto tempo ti vedono oppure quanto FAI . Si valuta il lavoro del FARE ANZICHE’ DELL’ESSERCI è un  problema di rivedere la MISURAZIONE . Con questo pensiero dobbiamo aggredire il tema del alvoro.

Dobbiamo tracciare due righe sulle pari opportunità e sulla conciliazione dei tempi. Sono diventate un ghetto , sono trappole che non ci fanno vedere la complessità

Il tema quindi è rivedere il modello e l’organizzazione del lavoro .

 

Maternità – dimensione universale e non di poche, scelta sociale non individuale . Ci deve essere una relazione tra lavoro e maternità ( tutela universale)  Non ci bastano gli assaggi formali ( 1 gg per i papà) Paternità obbligatoria

 

Il lavoro della donna poco retribuito Bisogna rivedere i parametri della qualità del lavoro Quello che sta intorno alla persona e nella relazione è un lavoro di qualità e deve avere formazione e retribuzione alta. Perché un ingegnere che progetta un ponte deve essere più pagato di un’infermiera ?

Ci deve essere una relazione tra lavoro e retribuzioni e nella gerarchia dei lavori .CGIL deve proporre il tema del salario delle donne Lavoro come ricostruzione dei soggetti e non subalterno.  Invertire la scala dei valori e lo dobbiamo proporre dentro la crisi. In questa stagione è stato dato per scontato che l’instabilità la regga la donna

La crisi è una ragione per costruire il cambiamento.

Democrazia paritaria: Misura e giudizio sulla democrazia. CGIL e il legame tra democrazia paritaria e rappresentanza.  Due sfide :

La formazione sindacale dei nuovi gruppi dirigenti e nelle imprese

Rappresentanze sindacali di genere

 

Commenti chiusi